Ruote elettriche per biciclette: scopri i kit

Per trasformare una bicicletta in una e-bike al giorno d’oggi sono a disposizione kit specifici che consentono di raggiungere questo obiettivo in tempi rapidi: c’è da tener presente che il nuovo mezzo avrà un peso più elevato, e di conseguenza necessiterà di freni più performanti e di un telaio più resistente. I kit, invece, sono composti da una batteria e da un motore elettrico. 

Bikee Bike

Una proposta di kit trasformazione bici elettrica è quella che proviene da Bikee Bike, che ha brevettato una tecnologia particolare che consente di convertire in bici elettrica una due ruote normale. La tecnologia mid-drive è la caratteristica peculiare del motore: il propulsore viene posizionato fra i pedali, nel movimento centrale della bici, e ha dimensioni inferiori rispetto a soluzioni omologhe. Ciò permette di incrementare in misura significativa la coppia motrice. Tramite la catena della bicicletta, il moto viene trasferito dal motore: in questo modo è possibile abbinare le marce della ruota dietro a due corone frontali (una per la velocità e una per andare in salita) sfruttandole al massimo delle loro potenzialità. Il kit di Bikee Bike offre l’opportunità di salire fino a un’inclinazione del 58 per cento ed è disponibile in versioni di potenza differenti: in Italia ci si deve accontentare di quella da 250 W, in linea con quanto richiesto dalla normativa europea, ma all’estero si può arrivare fino a 999 W.

ruote-elettriche-biciclette

UrbanX

Un altro suggerimento che merita di essere preso in considerazione è quello che riguarda UrbanX, che si presenta come una motoruota grazie a cui la bicicletta può essere convertita nel giro di un solo minuto. Il motore al mozzo brushless è munito di batteria estraibile e centralina integrata: il kit è facile da montare e risulta compatibile con il 99 per cento delle biciclette. Tutto quello che bisogna fare è montare la ruota elettrica UrbanX al posto di quella della bici. Ci sono ruote da 24, da 26, da 27.5 o da 29 pollici, oltre che da 650 e da 700 C. Affinché l’assemblaggio possa essere completato, è sufficiente collegare con l’acceleratore o con il sensore di pedalata PAS il cavo che fuoriesce dal corpo motore. Si può scegliere tra la versione da 240 W, con solo il sensore di pedalata, o la versione da 350 W, con solo l’acceleratore. In Italia, tuttavia, solo la prima è in linea con le norme vigenti. Le prestazioni della versione da 240 W sono comunque di tutto rispetto, con un’autonomia dichiarata di circa 45 chilometri e una velocità di punta di 25 chilometri orari. La batteria al litio in 90 minuti di ricarica può accumulare 126 Wh ed è da 36 Volt; in caso di necessità la si può sostituire senza problemi. L’applicazione collegata con la centralina permette, tra l’altro, di visualizzare la stima dell’autonomia che resta, di sapere quanti chilometri sono stati percorsi e di conoscere la velocità attuale.

I kit con le ruote elettriche

In alcuni casi, i kit sono rappresentati da ruote elettriche biciclette: basti pensare a Evo Wheel, che si compone di una ruota elettrica che viene gestita da un’applicazione. Le misure tra cui scegliere sono diverse, e il kit è in grado di adattarsi alla maggior parte delle biciclette, incluse quelle da corsa e quelle dotate di freni a disco. In base al modello per cui si decide di optare, il costo può andare da un minimo di poche centinaia a un massimo di un migliaio di euro. 

kit-bici-ruote-elettriche

E’ acquistabile cliccando qui

I kit da posizionare sulla ruota anteriore

Un esempio di kit con motore elettrico per bici viene offerto da e-cal 1020, concepito e messo a punto per essere posizionato sopra la ruota anteriore. Il suo aspetto richiama alla mente quello di un mulino ad acqua o di una dinamo, mentre la sua versatilità fa sì che questo kit possa essere appicato su qualunque tipo di bici. L’energia che viene prodotta dalla frenata in discesa viene accumulata e trasformata in energia propulsiva; così, non viene dispersa sotto forma di calore, ma anzi può essere “riciclata” e sfruttata con facilità.

Cytronex C1

Cytronex C1 è un altro esempio di kit trasformazione bici elettrica dal design molto particolare: si tratta, infatti, di una borraccia con una batteria ultraleggera. I 3 chili e 600 grammi di peso non rappresentano certo un ostacolo, mentre senza la batteria il motore arriva a 2 chili e 100 grammi. Il costo è di poco superiore ai 1.000 euro, mentre come al solito l’app dedicata permette di controllare la quantità di potenza che viene fornita. Per ricaricare tramite la porta USB la batteria sono suffficienti due ore e mezza.

Cytronex-C1-2

Le altre soluzioni

Esplorando sul mercato gli altri kit pedalata assistita ci si può imbattere in Pushme, che ha la particolarità di essere stato sviluppato da uno dei fondatori di Deliveroo in collaborazione con un ex ingegnere di Tesla. La ruota del kit può essere da 26 pollici, da 27 pollici e mezzo o da 28 pollici, mentre i freni sono a disco o v-brake. Ci sono tre alternative per il motore al mozzo da 250 W: a 8 o 9 velocità o single speed. Il peso è di 3 chili, a cui occorre aggiungere i 1.200 grammi circa della batteria agli ioni di litio da 36 V. Il coto è di 400 euro. Il blocco batteria e il sensore di cadenza sono due caratteristiche interessanti di questo kit, pensato e realizzato in una scocca di alluminio da collocare sul tubo orizzontale. 

Infine, il settore dei motori elettrici per bici propone il kit di Swytch Bike, che è stato realizzato e messo in commercio grazie a una campagna di raccolta fondi. Il motore elettrico da 250 W è incorporato nel mozzo, con un sensore che consente di rilevare l’intensità della pedalata e il pacco batterie che deve essere installato sul manubrio. Il costo si aggira attorno ai 600 euro; da notare la tecnologia dei due sensori che servono a rilevare la frenata. Nel caso in cui si voglia optare per un kit destinato alla ruota superiore, comunque, si può propendere per Rubbee X, sviluppato in Lituania, a un costo di più o meno 300 euro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *