venerdì, Settembre 17, 2021

Microcar elettriche: guida alle migliori

Attualmente, in commercio possono essere trovate molteplici tipologie di automobili, moto elettriche o dispositivi elettrici. Le auto elettriche, ad esempio, sono entrate ufficialmente a far parte della categoria di veicoli più venduti al mondo.

In questa ottica nascono le Microcar o minicar e hanno i vantaggi delle auto elettriche uniti ai fattori di mobilità e capacità di parcheggiarle in spazi davvero ristretti.

In questo articolo, spiegheremo in modo dettagliato come scegliere fra le mini auto elettriche in vendita. Verranno analizzati, nello specifico, i prezzi di un veicolo elettrico di piccole dimensioni, i requisiti per poterlo utilizzare e i vantaggi da esso derivanti. Spiegheremo, poi, per quale ragione è consigliabile preferire dei prodotti dalla provenienza certa, piuttosto che puntare su un veicolo di bassa qualità, dannoso per l’ambiente e per il proprio portafoglio.

microcar-elettriche

Microcar elettriche 2021

Il 2021 è stato l’anno della svolta, per il mercato delle macchine. Infatti, se in passato le opzioni per i veicoli non erano molteplici, oggigiorno possiamo vantare una gamma di mezzi di trasporto decisamente più ampia. È diventato sempre più semplice, infatti, imbattersi in una macchina che utilizza una tecnologia elettrica. Preferite da qualsiasi fascia d’età, le microcar elettriche 2021 sfidano alcuni dei preconcetti posti in essere negli anni precedenti.

Andando a ritroso nel tempo, infatti, non potremmo mai immaginare di utilizzare una macchina completamente elettrica nei primi anni del ‘900. Le microcar sono, senz’ombra di dubbio, l’esempio più evidente dello sviluppo e dell’innovazione del nostro secolo. Coloro che hanno rinunciato alla benzina, hanno affermato di non voler più tornare indietro: ciò è dovuto ai vantaggi economici, ambientali e alle prestazioni che solo un veicolo elettrico può assicurare.

Minicar elettriche senza patente

Analizziamo subito uno degli aspetti più rilevanti dell’argomento trattato. Prima dell’acquisto, molte persone si interrogano sulla possibilità di guidare le minicar elettriche senza patente. Questa domanda serpeggia soprattutto tra i più giovani.

La risposta, tuttavia, è valida per qualunque tipo di mezzo di trasporto: le minicar elettriche non possono essere usate senza la presenza di un documento ufficiale che attesti l’effettiva abilità del guidatore.

Le microcar si dividono fondamentalmente in due tipi : quadricicli leggeri e quadricicli pesanti. I quadricicli leggeri possono essere guidati a partire da 14 anni e soprattutto in seguito all’ottenimento della patente di guida AM. Mentre per guidare i quadricicli pesanti bisogna avere almeno 16 anni ed aver ottenuto la patente B1.

I ragazzi, quindi, possono iniziare a usare queste microcar non appena avranno conseguito la patente. Si tratta di una semplice accortezza che, tuttavia, può salvare molte vite. Basti pensare, infatti, alle normali auto a benzina: l’uso di uno di questi veicoli non è concesso sino a quando non si sarà entrati in possesso di una patente di guida valida. I principi per poter manovrare dei veicoli elettrici, quindi, non differiscono in alcun modo da quelli canonici imposti dalla legge.

microcar-elettrica

Vantaggi mini auto elettriche

Le microcar elettriche hanno delle dimensioni piuttosto contenute, ma i vantaggi che derivano dall’uso di questi veicoli superano qualunque aspettativa. In primo luogo, infatti, la grandezza contenuta permette anche a coloro che hanno conseguito la patente da poco tempo di padroneggiare con estrema facilità il nuovo veicolo. Senza contare che, soprattutto negli ultimi anni, l’acquisto di una macchina elettrica viene incoraggiato mediante degli incentivi economici decisamente accattivanti.

Lo Stato, infatti, ha a cuore le sorti del pianeta sul quale viviamo: gli incentivi, perciò, sono concessi sia per venire incontro alle disponibilità finanziarie dell’acquirente, che per diminuire il livello di inquinamento dell’aria.

Inoltre, è possibile risparmiare una cospicua somma ogni mese, evitando di comprare la benzina ogni volta l’auto richiede un pieno. Dimezzando i consumi e, quindi, le emissioni dannose, si può aiutare l’ambiente e, al tempo stesso, mettere dei preziosi soldi da parte. Le colonnine di ricarica auto elettriche sono aumentate vertiginosamente e non è più un problema avere una auto elettrica come diverso anno fa.

Infine, uno degli aspetti più apprezzati è legato alla discrezione dei suoni emessi dal veicolo. Sotto questo aspetto, le macchine elettriche sono di gran lunga differenti rispetto a quelle canoniche. Mentre un normale veicolo è, solitamente, piuttosto rumoroso, quello elettrico mantiene basse le vibrazioni, rendendo la guida sicura e semplice.

Prezzi microcar

I prezzi delle microcar si sono uniformati piuttosto bene all’attuale offerta di mercato. C’è la convinzione, infatti, che le dimensioni ridotte del veicolo debbano necessariamente coincidere con un prezzo di mercato contenuto.

Invece, la realtà è piuttosto differente: la ricevuta di pagamento, infatti, presenta molto spesso delle cifre che si avvicinano abbastanza, se non del tutto, a quelle di un normale veicolo a benzina.

I vantaggi legati al prezzo ridotto per l’acquisto di elettricità e la possibilità di poter percorrere moltissimi chilometri su un mezzo di trasporto silenzioso, tuttavia, hanno convinto sempre più persone.

La sensibilizzazione alle tematiche ambientali e la presa di coscienza dell’effettivo impatto che, ogni anno, le automobili hanno sul pianeta, infatti, sono solo alcuni dei fattori che hanno permesso che le microcar diventassero l’opzione più ovvia a un problema così attuale.

A prescindere dal prezzo, le macchine elettriche sono da preferire per una questione etica e morale.

Microcar elettriche cinesi

Le macchine dotate di motore elettrico non sono tutte uguali: esse non variano, infatti, solamente in base al modello o alle caratteristiche tecniche. Ciò che gli acquirenti vogliono, è un veicolo funzionale, a basso prezzo.

Rispetto a quelle del nostro paese o europee, le microcar elettriche cinesi sono decisamente più economiche. Una diminuzione così drastica del prezzo, anche 10.000 € in meno, non è sempre sinonimo di qualità ed efficienza.

Il più delle volte, le componenti usate per realizzare il veicolo sono di scarsa qualità. Ecco per quale ragione è importante diffidare dalle microcar elettriche economiche. Il prezzo che, inizialmente, potrebbe sembrare molto basso, viene spesso ripagato con gli interessi nel lungo periodo.

Coloro che hanno preferito delle microcar elettriche economiche a dei modelli più costosi, solitamente affermano di doversi recare dal meccanico il doppio delle volte. Accontentarsi di un prodotto scadente, dalle basse prestazioni e poco sicuro sulla strada, è senza ombra di dubbio un cattivo investimento.

Come scegliere le migliori macchine elettriche

Veicoli di questo genere possono essere scelti in base a diversi fattori. C’è chi, infatti, preferisce una maggiore autonomia: in questo caso, la macchina deve essere dotata di una batteria dalla capienza elevata. Coloro che hanno bisogno di una soluzione veloce e immediata, invece, preferiranno i modelli dalla carica breve. Così facendo, si potrà riempire in minor tempo il serbatoio.

Se non si hanno delle disponibilità elevate, è preferibile scegliere un modello economico, ma dal prezzo non eccessivamente basso. Per chi preferisce una macchina dalle alte prestazioni, capace di percorrere in poco tempo lunghi tratti di strada, in commercio sono presenti delle valide alternative, col giusto rapporto qualità-prezzo.

In definitiva, c’è solo l’imbarazzo della scelta: l’importante è saper scegliere l’auto che più si avvicina alle proprie necessità.

Vediamo alcuni modelli nello specifico

La migliore Microcar elettrica del 2021

Proprio quando il mondo dell’auto ha bisogno di un pensiero originale, soprattutto per le città, Citroën ha annunciato “una nuova soluzione di mobilità urbana” davvero innovativa.

La nuova Citroen Ami è una piccola city ‘car’ elettrica a due posti che stabilisce nuovi standard di compattezza, manovrabilità, basso costo e facilità d’uso.

E’ una microcar a due posti molto piccola, molto leggera e molto economica che in senso stretto non è affatto un’auto. È ufficialmente un quadriciclo, come la piccola Twizy e la vecchia G-Wiz, un tempo amate in altri paesi europei. Ciò significa che non ha bisogno di superare i moderni crash test. 

Quindi, nessun airbag, nessuna zona di deformazione e nessun dispositivo elettronico di sicurezza. Questo ovviamente è il suo punto debole rispetto una auto tradizionale ma ricordiamoci sempre che stiamo parlando di una minicar e che tutte le microcar hanno questo svantaggio.

Potrebbe non essere sicuro in caso di incidente come una Panda, ma è molto più sicuro di una bicicletta o di uno scooter. E queste, più che le auto, sono le sue rivali. Così è il trasporto pubblico.

minicar-elettrica
La microcar Citroen Ami

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest Articles