venerdì, Settembre 17, 2021

Recensione Harley Davidson Livewire

L’ Harley Davidson Livewire vanta zero emissioni, non ha più i tratti distintivi che hanno reso una la casa madre ma resta un modello eccellente che volerà alto.

La prima Harley-Davidson fu realizzata nel 1903 da un gruppo di giovani ragazzi capeggiato da William Silvester Harley, Arthur Davidson: si trattava di poco più che una bicicletta con telaio rinforzato e motore cilindrico da 405 cc.

Dopo oltre un secolo per la casa madre le cose sono cambiate, abbiamo visto modelli come la V-Twin e infine, l’ingresso sul mercato delle moto elettriche con un modello dalle alte prestazioni e dotazioni, ovvero la Harley Davidson Livewire.

Stiliamo qui di seguito una recensione Harley Davidson Livewire utile per capire meglio di cosa stiamo parlando

Harley-Davidson-Livewire

Il design dell’Harley Davidson Livewire

L’Harley Davidson Livewire presenta uno stile moderno e accattivante e un design armonioso e ben studiato per piacere a tanti. È una moto caratterizzata dal lato massiccio e da un telaio molto particolare, realizzato in alluminio; il motore Revelationè in basso, sotto la batteria al litio dall’involucro con ali laterali, utili per disperdere il calore.

Osservando la moto frontalmente e posteriormente, è facile notare come questa Harley sia differente dagli altri modelli: è resa slanciata e stretta da parti come il finto serbatoio con tappo della presa di ricarica, ridotto codino, sella apribile che al suo interno contiene l’alimentatore per la rete di casa.

Tra le caratteristiche dell’Harley Davidson Livewire spicca inoltre la tinta Orange Fuse che colora sia cupolino sia serbatoio che contrastano gradevolmente con le restanti parti nere.

Le luci sono realizzate a LED e frecce e stop sono collocati sul porta targa il quale, a sua volta, è posto sul parafango che cela la completamente la gomma.

Scheda tecnica Harley Davidson Livewire.

Questa incantevole moto si fa notare anche perché appare come la più completa mai realizzata dalla Harley-Davidson.

Analizzando nel dettaglio la scheda tecnica Harley Davidson Livewire, emerge la piattaforma inerziale a 6 assi che consente di monitorare con estrema precisione tutti i parametri, anche quando la moto è in piega.

Ciò significa poter implementare l’innovativo pacchetto di aiuti alla guida RDRS, ovvero Reflex Defensive Rider System a vantaggio di una maggiore sicurezza: ci sono ABS e controllo di trazione di tipologia cornering, ma anche un sistema gestionale della coppia motrice, anti impennata e anti sollevamento della gomma posteriore in staccata.

Harley Davidson Livewire

Display e comandi

È molto bello e utile il display TFT touch da 4,3 pollici, visibile anche nonostante le alte luci all’aperto, che può essere agevolmente usato nonostante si indossino i guanti, sebbene quando la moto sia ferma. Sullo schermo è possibile monitorare tutta una serie di dati relativi alla moto quali, stile di guida, autonomia, livello di batteria.

La presenza del Bluetooth, che consente di connettere il cellulare alla moto installando l’apposita applicazione H-D Connect, dà la possibilità di prendere atto di vari parametri e in particolare, di tutte le informazioni relative al viaggio direttamente sul display, grazie al sistema di navigazione turn-by-turn e di monitorare la posizione del veicolo da remoto, tramite GPS.

Comandi Harley Davidson Livewire

Quando si è su strada, il sistema può essere gestito con due pratici joystick presenti sul manubrio che integrano i comandi delle luci e dei riding mode che in totale sono 7, 4 preimpostati e 3 personalizzabili.

Modalità di guida

Il primo riding mode è il Rain, da usare durante la pioggia, massimizza la trazione aumentando la sicurezza quando c’è poca aderenza: aumenta i controlli, taglia la potenza e diminuisce il freno motore.

Il secondo è il Road e mescola con precisione consumi e prestazioni.

La terza modalità è lo Sport, che riduce al minimo i controlli e pertanto va usato con criterio; il Range è forse la modalità più idonea all’uso perché ammorbidisce l’erogazione eludendo picchi di consumo della batteria e ottimizza il freno motore, favorendo la rigenerazione energetica tramite il sistema RESS.

Autonomia batteria

La batteria ad alta tensione fornisce un minimo di 235 km di autonomia in città.

Telaio e sospensioni

Il telaio in alluminio è abbinato a delle sospensioni Showa regolabili, uniche nel loro genere: è presente la Forcella SFF Big Piston a steli rovesciati da 43 mm e un monoammortizzatore BFRC. A causa della presenza della taratura sportiva, il sistema reagisce in modo un po’ secco sui fondi sconnessi; la frenata invece è ottima grazie all’impianto Brembo con 2 dischi da 300 mm all’anteriore presi da pinze monoblocco dotate di 4 pistoni e attacco radiale; al posteriore, invece, ci sono dischi da 260 mm e pinza a 2 pistoni.

Pneumatici

Sono presenti pneumatici Michelin Scorcher Sport nelle misure di 120/70 e 180/55 su cerchi da 16 pollici, molto buoni su strada.

Prezzo Harley Davidson Livewire

Forse il prezzo Harley Davidson Livewire non è esattamente basso, costa infatti 34.000 €, tuttavia, stiamo parlando di un pezzo appena arrivato sul mercato che, senza alcun dubbio, farà molto parlare di sé.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest Articles