venerdì, Settembre 17, 2021

Recensione Zero Motorcycles SR/F

La prima motocicletta 100% elettrica è finalmente sul mercato. Il suo debutto è legato alla ricerca tecnologica di quella che potremmo definire “la Tesla delle due ruote”, trattandosi di un’azienda totalmente devota alla mobilità green, argomento sempre più attuale.

Il merito di Zero Motorcycles, azienda californiana fondata nel 2006, sta soprattutto nell’aver spinto l’onda dell’elettrico fino a farla diventare di interesse globale. E proprio la SR/F costituisce quel salto di qualità definitivo auspicato da tanti per la casa americana. Ma quali sono le caratteristiche della Zero Motorcycles SR/F e quali i suoi punti di forza?

recension zero srf 1

Scheda tecnica Zero Motorcycles SR/F

  • Categoria: Naked
  • Inizio produzione: 2019
  • Prezzo: da 21.320 €
  • Garanzia: 2 anni – batteria 5 anni
  • Altezza minima da terra: 807 mm
  • Interasse: 1.450 mm
  • Peso in ordine di marcia: 220 Kg
  • Potenza: 110 CV – 82 Kw – 5.000 Rpm
  • Velocità di punta: 200 km/h
  • Emissioni: Euro 6
  • Tipologia cambio: automatico con variatore
  • Misura cerchio anteriore: 17 pollici
  • Pneumatico anteriore: 120/70-17″
  • Misura cerchio posteriore: 17 pollici
  • Pneumatico posteriore: 180/55-17″
  • Batteria: Ioni di litio Z-Force®
  • Capacità: 14,4 kWh
  • Autonomia: 259 km
  • Durata ricarica completa: 4,5 ore

Zero Motorcycles SR/F: prestazioni super

La Zero Motorcycles SR/F emette pochissimo rumore, non scalda e non vibra.

Autonomia batteria

Possiede un’autonomia (dichiarata) massima pari a 259 km, estensibile fino a 320 km circa applicando il modulo Power Tank. Si tratta di una moto compatta ma ben dimensionata, perfetta per due persone.

zero srf

Motore e ciclistica

A livello di ciclistica, Zero Motorcycles SR/F propone un forcellone dal design concentrico e un telaio a traliccio, che uniti permettono di ottimizzare la trasmissione della coppia alla ruota posteriore. Inoltre, grazie alle numerose modalità di guida personalizzate (Strada, Eco, Sport e Pioggia) e all’avanguardistico sistema MSC di Bosch (pensato per migliorare il controllo della stabilità nelle moto), la guidabilità è al top. La frenata, invece, è assicurata da una doppia pinza radiale anteriore. Uno dei problemi che ancora scoraggia gli amanti dell’elettrico è il prezzo della Zero Motorcycles SR/F, il quale costituisce un ostacolo importante, nonostante la possibilità di risparmiare sul carburante ed ammortizzare i costi iniziali.

Design e peso

Il peso complessivo ammonta a 188 kg ed è perfettamente bilanciato. Dal punto di vista del design è più che apprezzabile, pur non essendo una moto che lascia a bocca aperta. Monta un faro già visto su altri modelli, che la rende simile alle storiche sportive italiane, mentre il disegno della coda è davvero originale e pregevole. Anche le finiture sono interessanti.

Totalmente smart e controllabile da una app

Decisamente interessante è la possibilità di gestire i parametri del motore mediante una comoda app da scaricare sullo smartphone. Attraverso una sim integrata (vale la pena ricordare che la connessione dati è inclusa nel prezzo della moto per i primi 2 anni), è possibile gestire direttamente dall’applicazione le quattro aree principali del mezzo:

  • le condizioni della motocicletta con le relative notifiche (incluse le eventuali interruzioni della ricarica, gli spostamenti imprevisti, la sua posizione in tempo reale, etc)
  • la ricarica della batteria (è possibile impostare i livelli e i tempi della ricarica, verificare lo stato della stessa e così via)
  • la condivisione delle principali informazioni di guida (la moto consente di registrare la sua posizione, la velocità, la potenza erogata, la coppia, l’energia consumata e rigenerata e persino l’angolo di inclinazione; inoltre, permette di condividere tutti questi dati, anche in forma anonima)
  • aggiornamenti e upgrade di sistema

Ricarica batteria e tempi di ricarica

La ricarica avviene attraverso una comune presa Shuko ed è molto semplice da effettuare. Terminata la carica, la moto interrompe automaticamente l’erogazione dell’elettricità, in modo da evitare il surriscaldamento della batteria che, ricordiamo, è garantita 5 anni. L’unico neo sta nel fatto che per un pieno occorrono almeno 4,5 ore.

Opinioni e vantaggi

Conviene sicuramente acquistarla. Considerando che si tratta di una moto confortevole, affidabile e ben congegnata, che non emette rumori e, soprattutto, non inquina.

Eroga una buona potenza e garantisce un’elevata autonomia, che tende a variare parecchio in base alla velocità di crociera (è possibile percorrere un massimo di 259 km contro una media di 198 km; viaggiando a velocità sostenuta la stima è pari a 150 km).

La sensazione di poter viaggiare in silenzio e senza gas di scarico è un fattore molto importante, essendo in grado di eliminare ogni possibile senso di colpa. Inoltre, la Zero Motorcycle SR/F si guida bene, ha fatto passi da gigante in termini di progettazione ed è equipaggiata con un propulsore praticamente privo di transitori. Il motore è francamente esaltante ed offre prestazioni degne dei modelli a combustione più potenti sul mercato.

Il senso di liberazione dalla schiavitù del carburante è l’altro fattore da non sottovalutare, nonostante la durata ancora piuttosto elevata delle ricariche. Purtroppo è realisticamente impossibile pianificare spostamenti di oltre 150 km per volta. E una volta che ci si ferma, si resta fermi per un bel po’ di tempo collegati ad una colonnina di ricarica elettrica.

zero srf

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest Articles